Santa Maria Capua Vetere diventa “Città Cardioprotetta” rientrando, in questo modo, tra le poche realtà territoriali a prevedere la presenza su suolo pubblico di una forte dotazione di defibrillatori e di operatori laici in grado di saperli utilizzare.

CASERTA. La Settimana mondiale per l’Allattamento Materno (SAM, dal 1° al 7 di ottobre tutti gli anni) rende visibili gli sforzi di tutti i promotori dell’allattamento materno, i governi e gli enti impegnati a sensibilizzare l’opinione pubblica e generare sostegno sul tema.

11:30:02 Il Comune di Santa Maria Capua Vetere, su iniziativa del consigliere comunale Edda De Iasio, ha aderito al “Giorno del Dono” evento giunto alla sua seconda edizione e promosso dall’Istituto Italiano della Donazione, ente che da oltre 10 anni verifica il buon uso delle risorse raccolte dalle organizzazioni “no profit” e incentiva la cultura della donazione.

L’amministrazione comunale, al fine di attribuire meritata visibilità al tema del “dono” in tutte le sue forme, ha previsto una mattinata all’insegna della sensibilizzazione, della solidarietà, della compartecipazione e, in generale, della cultura del dono.

In piazza Mazzini, domenica 1 ottobre a partire dalle 10.00, verranno quindi promosse attività ed iniziative finalizzate alla costruzione di una cultura condivisa del dono attraverso la partecipazione congiunta dell’Avis (presente sul posto con un’autoemoteca per il prelievo e la conservazione del sangue), dell’AVO (che presenterà tutte le attività di volontariato e i relativi corsi previsti per il 2017/18), del CIF (per la promozione della crescita umana, professionale e sociale delle donne), della sezione locale dell’UNITALSI (sensibilizzazione alla cura del malato con testimonianze dei giovani dediti al volontariato), del nucleo comunale della Protezione civile e dell’AIDO.

CASERTA. Doveva avvenire nei primi giorni dello scorso luglio, ma per impegni nazionali del presidente Franco Martino, si è svolto soltanto ieri, - nella sede operativa dell’AITF, all’interno della’Azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta.

4.000 persone a cui ogni anno vengono diagnosticati tumori del sangue nella Regione Campania, il 50% dei pazienti sopravvive oltre i 5 anni dalla diagnosi e, grazie alle terapie innovative che sono state rese disponibili negli ultimi anni e altre che saranno rese disponibili a breve, si calcola che l’aspettativa di vita si estenderà sensibilmente nel prossimo futuro, migliorandone anche la qualità.

CAPUA. Iniziano lunedì 21 agosto 2017 le prenotazioni per la visita ortopedica gratuita, nell’ambito del progetto “Un anno di prevenzione gratuita”, iniziativa nata dalla collaborazione sinergica tra Croce Rossa Italiana, sezione di Capua e Gaetano Caputo, medico odontoiatra e Presidente del Consiglio Comunale di Capua, interlocutore sensibile e pronto ad aver sposato tale particolare ed importante proposta.

L’Azienda Ospedaliera di Caserta "Sant'Anna e San Sebastiano” ha intrapreso quel nuovo corso su cui si sta impegnando fattivamente il direttore generale Mario Ferrante, spronando e valorizzando le risorse professionali presenti nel nosocomio. Risuonano ancora nell’Aula Magna le parole con cui il manager si presentò ai dipendenti:

CAPUA. Dopo la pausa di agosto riprenderà “Un anno di prevenzione gratuita”, iniziativa nata dalla collaborazione sinergica tra Croce Rossa Italiana, sezione di Capua e Gaetano Caputo, medico odontoiatra e Presidente del Consiglio Comunale di Capua, interlocutore sensibile e pronto ad aver sposato tale particolare e importante progetto.

CASERTA. Preservare la fertilità sin da giovani, con la stessa dedizione e attenzione dedicati agli anticoncezionali, per consentire alle coppie che da adulte lo scelgano, di poter avere un figlio ricordando che, dopo i 35 anni, diventa sempre più difficile per la donna avere un bambino per fecondazione fisiologica.

CASERTA. "Prevenire meglio che curare", ma si può prevenire solo conoscendo. È questo il filo conduttore del corso "Rischio Infettivo. Conoscere per prevenire le infezioni correlate all’assistenza", programmato dall’Azienda Ospedaliera di Caserta “Sant’Anna e San Sebastiano” diretta da Mario Ferrante.

CASERTA. Procreazione medicalmente assistita: sono passati 25 anni dalla prima procedura Icsi ideata e introdotta nel 1992 nella pratica clinica. Una tecnica che, attraverso un’iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo (in inglese Intracytoplasmatic Sperm Injection), effettuata direttamente nel citoplasma ovocitario, consente di superare molti degli scogli che si frappongono all’applicazione delle altre tecniche di fertilizzazione in vitro aumentando considerevolmente le percentuali di successo riproduttivo nelle coppie che hanno difficoltà ad avere un bambino.

NAPOLI. Tutto si aspettava la signora Olimpia Cito di 102 anni, dopo essere caduta accidentalmente in casa, tranne che essere operata da un’equipe di tre medici la cui somma delle età non superasse la sua (99 anni in totale).

SANTA MARIA CAPUA VETERE. Il seminario 'Salute e Benessere', organizzato dall'Associazione per i diritti agli anziani e il comune di Santa Maria Capua Vetere, che si é tenuto ieri pomeriggio nella sala consiliare di Palazzo Lucarelli, ha avuto un grande successo con la partecipazione di numerosi cittadini.

ALIFE. In Campania una task force per salvare le api. Ad Alife i più autorevoli esperti di Varroa e di Pappa Reale, su iniziativa del Gruppo Cooperativo VolApe in collaborazione con l’AIACeNa (Associazione Interprovinciale Apicoltori Casertani e Napoletani), incontreranno gli apicoltori interessati (presso il Vernelle Country Resort) il prossimo 24 giugno a partire dalle ore 9:00.

L’I.R.C.C.S. Neuromed, la Fondazione Neuromed e l’Istituto di Genetica e Biofisica “A. Buzzati Traverso – CNR promuovono il convegno “Malattie Genetiche Rare: dalla diagnostica alla comunicazione”. L’incontro, unico nel suo genere per il tema trattato e per gli obiettivi che si prefigge, ha valenza ECM (Educazione Continua in Medicina) e vede la responsabilità scientifica di Maurizio D’Esposito e Alba di Pardo, ricercatori rispettivamente CNR e Neuromed. L’appuntamento è a Procida nella Sala Convegni Santa Margherita Nuova, in via Terra Murata 33.

Il meeting punta ad istituire un dialogo tra il mondo della ricerca, i cittadini e le istituzioni con l’obiettivo di promuovere non solo un confronto sugli avanzamenti scientifici in materia di malattie rare ma anche una corretta informazione a cittadini, pazienti e operatori sanitari.

Le patologie genetiche rare hanno spesso difficoltà ad attirare l’attenzione della ricerca e delle istituzioni. Per molte di esse non esiste ancora una cura e, per tante, nemmeno una diagnosi.

Come ricercatori, e molto spesso come genitori, non possiamo accettare che questi malati non possano sperare nel loro futuro. – dice D’Esposito - La ricerca scientifica di alto livello è l’unica strada che conosciamo per dare risposte ai pazienti. Facendo ricerca innovativa attiriamo l’attenzione dell’industria farmaceutica.

Aprile 2019
DLMMGVS
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930

Articoli più letti

CANCELLO ED ARNONE - Comune e ITET FEDER…

23-04-2019 Hits:72 Notizie La Redazione

21:39:31 CANCELLO ED ARNONE. Con delibera di Giunta n. 55 del 01.04.2019, l’Amministrazione Comunale ha stipulato con l’ITET (Istituto Tecnico Economico Tecnologico) Federico II di Capua, la convenzione per la...

Read more

SANTA MARIA A VICO - La Conferenza dei c…

23-04-2019 Hits:55 Politica La Redazione

20:24:06 SANTA MARIA A VICO. La Conferenza dei capigruppo, presieduta da Pasquale Iadaresta, si è riunita questo pomeriggio con la partecipazione dei consiglieri Michele Nuzzo (Città Domani), Giancarlo Bernardo (Cambiare...

Read more

ACERRA - La messa di Pasqua in cattedral…

23-04-2019 Hits:57 Campania Focus La Redazione

Acerra «non può fermarsi al Venerdì santo» ma anela a «risorgere» alla vera Pasqua, che si realizzerà «quando tutti parteciperemo allo sviluppo della nostra città, vincendo la rassegnazione e non...

Read more