Grazie a una ricerca condotta dall'I.R.C.C.S. Neuromed, due processi che si ritenevano completamente separati ora convergono in un unico percorso. Un passo in avanti verso la comprensione di uno dei più importanti sistemi attraverso i quali le cellule si mantengono attive.

Una delle principali complicazioni a cui possono andare incontro i pazienti diabetici è la graduale perdita di vascolarizzazione degli arti. I vasi sanguigni sono danneggiati dalla malattia, il sangue non rifornisce più a sufficienza i tessuti, e in un certo numero di casi è inevitabile l’amputazione.

L’insediamento nel territorio della Provincia di Caserta di industrie che potrebbero presentare (a causa delle materie trattate, e/o delle emissioni) potenziale rischio per la Popolazione e l’evoluzione della normativa europea e nazionale che prevede l’implementazione della VIS (Valutazione di Impatto sulla Salute o HIA – Health Impact Assessment), hanno generato l’esigenza di applicare un approccio metodologico corretto e tale da consentire l’identificazione di tutti i possibili impatti delle strutture/attività sotto esame nei confronti delle popolazioni direttamente ed indirettamente esposte, al fine di emanare prescrizioni e raccomandazioni utili per determinarne la “mitigazione”.

NAPOLI. Mercoledì 22 giugno dalle 12 alle 17 presso l’U.O. di Clinica Dermatologica della Seconda Università degli Studi di Napoli, Edificio 9C, al primo piano, avrà luogo l’appuntamento : Facciamo luce sulla psoriasi: diagnosi precoce e approccio multidisciplinare. Cinque ore di visite gratuite durante le quali, inoltre, un team di esperti risponderà a tutte le domande di quanti si recheranno presso la struttura. “Da una recente indagine – afferma la Prof.ssa Ada Lo Schiavo, Docente di Dermatologia presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, Responsabile del Centro regionale terapia psoriasi con farmaci biologici SUN - risulta che i pazienti affetti da psoriasi non si curano o si curano in maniera inadeguata.

E’ disponibile anche in Campania, al momento presso la Clinica Mediterranea di Napoli e nella Clinica San Michele di Maddaloni, e presto anche negli Ospedali pubblici della regione, un nuovo e più efficiente defibrillatore biventricolare impiantabile sottocute. Serve per curare lo scompenso cardiaco ed è compatibile con la risonanza magnetica in tutto il corpo. Con questa nuova tecnologia -realizzata da Medtronic- sono stati effettuati i primi impianti nelle due strutture.  

I migliori neurochirurghi italiani sono stati invitati a Pozzilli per prendere parte alla seconda edizione del convegno “La Neurochirurgia: dai giovani per i giovani”.

L’evento fa parte degli “Incontri del Professor Cantore”, un ciclo di convegni istituito in ricordo dell’illustre neurochirurgo che per tanti anni ha diretto il Dipartimento di Neuroscienze dell’I.R.C.C.S. Neuromed, oggi a lui intitolato.

Inserito a pieno titolo negli eventi della Società Italiana di Neurochirurgia, il convegno si svolgerà venerdì 1 e sabato 2 aprile 2016, presso la Sala Congressi del Parco Tecnologico dell’I.R.C.C.S. Neuromed, a partire dalle ore 13.30 di venerdì e dalle 9.30 di sabato. Oltre alla Neurochirurgia del Dipartimento di Neuroscienze “Giampaolo Cantore” del Neuromed, l’organizzazione vede la collaborazione della Società Italiana di Neurochirurgia e della Fondazione Neuromed.

La due giorni, nella quale protagonisti saranno i giovani specialisti, sarà orientata ad aspetti fondamentali nel quadro della neurochirurgia: la programmazione preoperatoria, la verifica intraoperatoria e il controllo post-operatorio. In altri termini, tutto ciò che, insieme alla tecnica chirurgica vera e propria, determina la qualità e il successo degli interventi.

Martedì 15 Marzo 2016 alle ore 16.30, la Chiesa di Sant’Anna, in piazza Tiberio a Sessa Aurunca, ospiterà il Convegno “Una Finestra sulla SLA” durante il quale sarà presentato “Ogni volta che chiudo gli occhi – Sogni e incubi di un leone nella gabbia della SLA”, libro scritto da Antonio Tessitore con la collaborazione del giornalista Pietro Cuccaro.

La qualità della vita può essere intaccata, in alcuni casi, dal disagio per un inestetismo non accettato. Cicatrici, cheloidi, verruche, smagliature, adipe localizzato, sono solo alcuni degli inestetismi che possono portare una persona a vivere male la propria fisicità.

In questo interviene la medicina estetica che si occupa di migliorare, con interventi mininvasivi, la qualità della vita di chi non accetta il proprio difetto, frutto a volte di una particolare patologia.

La Casa di Cura Trusso, nell’ottica di un’attenzione generale al paziente, promuove giovedì 25 febbraio 2016, l’Open Day in Medicina estetica, Chirurgia plastica e chirurgia laser dermatologica incruenta. Una giornata di screening gratuito dedicato ai maggiori inestetismi del viso e del corpo.

Presenti i due esperti della Clinica Polispecialistica di Ottaviano, la dottoressa Lina Carcuro, Medico chirurgo esperto in Medicina estetica e il dottor Salvatore Taglialatela, Chirurgo plastico Ricostruttivo ed Estetico.

Il team offrirà una consulenza gratuita e una prima seduta per la terapia.

Le visite si terranno negli ambulatori della Clinica Trusso di Via San Giovanni Bosco, dalle ore 10.00 alle ore 17.00.

L’Azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta si è concretamente adoperata per consentire la realizzazione, circa un anno fa, della sua proposta, finalizzata all’istituzione del registro nazionale unico dei soggetti con epatite C. Il registro nazionale consente un accesso univoco, trasparente e paritetico tra i malati di tutta Italia, alle nuove terapie eradicanti il virus Hcv, in maniera indipendente dalla regione di residenza.

CASERTA. Una nuova fase di formazione ed approfondimento, sui temi e sulle procedure “integrate” per l’assistenza alla nascita e un contributo alla luce delle evidenza scientifica e della multidisciplinarietà per giungere alla integrazione dei Saperi, al lavoro di rete, alla diffusione ed applicazione delle “Buone Pratiche“ è quanto ci si è proposti durante l’incontro presso la Sede Camera di Commercio di Caserta, organizzato dalla Dr.ssa Giovanna Capone, Direttore dell’UOC Coordinamento Materno Infantile dell’ASL Caserta e dalla Dr.ssa Annamaria Lombardi, Responsabile UO Percorso Nascita.

il professor Diego CentonzeAlla base della sclerosi multipla vi è una reazione autoimmune che, innescando un processo infiammatorio, porta alla perdita di mielina, la sostanza che riveste le fibre nervose e che facilita la trasmissione degli impulsi. Ma un ruolo importante nel determinare la gravità di questa patologia viene svolto anche da alterazioni del metabolismo energetico dei neuroni. Una ricerca dell’I.R.C.C.S. Neuromed, svolta in collaborazione con l’Università Tor Vergata, l’Università Politecnica delle Marche e l’I.R.C.C.S. Fondazione Santa Lucia, evidenzia questo processo, contribuendo a tracciare una strada innovativa verso terapie che possano limitare l’accumularsi progressivo di danni alle strutture nervose nel corso della malattia.

L’I.R.C.C.S. Neuromed promuove un evento di prevenzione per il cancro del colon retto. L’Open Day si terrà venerdì, 5 febbraio 2016, presso la Clinica di Pozzilli, dalle ore 10:00 alle ore 17:00.

Per l’intera giornata gli specialisti gastroenterologi del Gruppo Neuromed saranno a disposizione per un consulto e uno screening gratuito al fine di valutare il rischio di contrarre questa patologia e decidere la strategia di prevenzione più adatta.

L’evento è stato organizzato in occasione della Giornata Mondiale contro il Cancro (World Cancer Day - 4 febbraio 2016) e vuole essere un momento di informazione e prevenzione.

Tutti i cittadini che vi parteciperanno avranno un colloquio con gli specialisti e riceveranno un kit per la ricerca di sangue occulto delle feci, test ad alta sensibilità e specificità, che rappresenta il primo fondamentale passo nella diagnosi precoce di una malattia che può essere prevenuta.

Il cancro del colon retto rappresenta la seconda causa di morte per tumore al mondo.

Ogni anno in Italia quarantamila donne e settantamila uomini ne vengono colpiti e il rischio di contrarre la patologia aumenta con l’età, in particolare dopo i cinquant’anni.

Con l’aumento della vita media della popolazione, la prevenzione diventa sempre più necessaria per malattie prevenibili come il tumore del colon.

Il-Direttore-sanitario-Neuromed-Edoardo-Romoli-e-la-resp-ufficio-marketing-Barbara-Di-RolloSi è conclusa la nuova edizione del Bando biennale del Programma “Bollini Rosa”, il riconoscimento che l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda), da sempre impegnata sul fronte della promozione della medicina di genere, dal 2007 attribuisce alle strutture ospedaliere attente alla salute femminile. Per il biennio 2016-2017 l’I.R.C.C.S. Neuromed ha visto confermata l’assegnazione di tre bollini rosa Onda. La cerimonia di premiazione si è svolta stamattina a Roma, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

MADDALONI. Si può dare lo stop alla mobilità sanitaria forzata dei pazienti campani, e non solo, affetti da aritmie: non dovranno più emigrare a Milano per gli interventi di ablazione cardiaca con sistemi tecnologici all’avanguardia. Presso la Casa di cura “San Michele” di Maddaloni, accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale, l’equipe di Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione ha eseguito la prima procedura di ablazione in una struttura ospedaliera del Centro-Sud con il sistema ‘Rhythmia’ della Boston Scientific, la rivoluzionaria apparecchiatura per il mappaggio cardiaco 3D.

CASERTA. Nei mesi scorsi è iniziato presso la Cardiochirurgia aziendale un percorso di adozione di tecniche chirurgiche innovative che, applicato a diverse patologie di interesse cardiochirurgico, sta consentendo l’esecuzione, su un numero di pazienti sempre maggiore, di interventi chirurgici con procedure meno traumatiche, definite mini invasive.

NAPOLI. Oltre 400 esperti provenienti da tutta Italia e dalle principali città europee si confronteranno lunedì 30 novembre e martedì 1° dicembre in Napoli (a Palazzo Caracciolo - Via Carbonara, 112) in occasione del congresso su “Patologia ostruttiva aorto-iliaca ed arteriopatia cronica degli arti inferiori: dalle terapie tradizionali alla terapia genica”, organizzato da Francesco Pignatelli, primario Uoc di chirurgia vascolare dell’Ospedale dei Pellegrini in Napoli, che è uno dei 25 centri in tutta Italia selezionati dalla Sicve (Società italiana chirurgia vascolare ed endovascolare) per lo studio della validazione per l’utilizzo delle cellule staminali (terapia altamente innovativa) nei pazienti arteriopatici che non possono essere trattati né con le terapie chirurgiche di rivascolarizzazione tradizionali e/o endovascolari né con terapia medica.

Maggio 2019
DLMMGVS
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Articoli più letti

CAPUA – A l’Accademia Palasciania il…

25-05-2019 Hits:261 caserta & dintorni La Redazione

15:00:32 A Capua e dintorni, dal 28 maggio al 27 luglio 2019, l'Accademia Palasciania terrà il XIII festival-laboratorio palascianiano di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana armonia "La...

Read more

FRIDAY FOR FUTURE - Anche gli studenti d…

24-05-2019 Hits:328 Notizie La Redazione

16:00:53 PIEDIMONTE MATESE. Sono più di 400 gli studenti matesini che sono scesi in piazza per lo Sciopero Globale organizzato dal movimento Fridays For Future.

Read more

SAN FELICE A CANCELLO – Lesioni e port…

24-05-2019 Hits:527 Cronaca La Redazione

21:31:30 SAN FELICE A CANCELLO. Si è celebrato stamane innanzi al Tribunale Penale di Santa Maria Capua Vetere, Giudice Dott. Meccariello, il processo a carico di Umberto Nuzzo classe ’96...

Read more