Pin It

01:40:28 CASAPULLA. Mancano due settimane alla presentazione delle liste, ma la campagna elettorale a Casapulla è già accesissima. In attesa di comizi e di confronti pubblici, la disputa tra i candidati avversi si consuma soprattutto suoi social. 

In questi giorni, alla ribalta della cronaca locale è ribalzato soprattutto lo sconto tra Andrea Martusciello, candidato nella lista 'Casapulla al Centro', e Pasquale Santillo, in passato consigliere comunale, ma soprattutto padre del senatore del Movimento 5 Stelle Agostino e della consigliera uscente grillina Santa. Ad un post di Martusciello sulle motivazioni che lo spingono a scendere in campo al fianco di Renzo Lillo, Santillo senior ha commentato: «Non sai dove menarti. Pensi solo ad essere protagonista ma ai casapullesi hai dato solo chiacchiere. Sono pronto ad un eventuale scontro».

Questa la replica del candidato: «Mi spiace leggere certe affermazioni nei miei confronti. Non capisco sinceramente da dove nasca tutto questo odio. Se avessi voluto essere protagonista mi sarei candidato a sindaco, ne avevo la possibilità. Per un senso di responsabilità e con tutta l’umiltà che mi contraddistingue, ho preferito fare un passo indietro e mettermi a disposizione della squadra. Mi candido in prima persona, chiederò io i voti ai miei concittadini.

Solo per dovere di cronaca, senza polemica alcuna, come mai i suoi figlioli (il riferimento è a Pasquale Santillo), un senatore e un consigliere uscente, non hanno presentato nemmeno una lista a Casapulla?». 

Sulla vicenda sono intervenuti anche gli ex consiglieri comunali Marialaura Buro e Francesco Sorbo, che riferiscono: «Abbiamo letto le esternazioni del padre del senatore Santillo nei confronti di un sostenitore del gruppo ‘Casapulla al Centro'. Ci stupisce il livello di rancore e acredine che le contraddistingue. Tante sono le considerazioni che andrebbero fatte sul Movimento 5 Stelle locale, principale fautore della caduta dell'amministrazione Sarogni ed oggi nuovamente suo alleato per il tramite della candidatura di Santa Santillo nella sua lista. Ricapitolando, quindi, il Movimento 5 Stelle locale prima accetta di essere la stampella di Sarogni (2015-2018) per consentire la nostra cacciata dalla maggioranza, poi lo abbandona contribuendo alla caduta della sua amministrazione (aprile 2018) per poi tornare a sostenerlo (2019). Tutto questo senza considerare quanto abbia contribuito negativamente in termini politici la scelta del senatore di non fare la lista nel suo paese». 

Giugno 2019
DLMMGVS
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Articoli più letti

MADDALONI - “Festa della musica” al …

15-06-2019 Hits:241 caserta & dintorni La Redazione

11:00:03 MADDALONI. Il calore del solstizio d’estate connesso all’emotività dei suoni e delle armonie. Questo il connubio che caratterizzerà la “Festa della Musica” a Maddaloni che si svolgerà venerdì 21...

Read more

CASAGIOVE - Il Procuratore Nazionale An…

15-06-2019 Hits:172 caserta & dintorni La Redazione

14:59:21 Questo pomeriggio alle ore 19:00, a Casagiove, presso la Parrocchia San Michele Arcangelo, il Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero De Raho inaugurerà il GREST 2019, il GRuppo ESTivo dei...

Read more

GUIDA AUTONOMA - Hyundai e Kia annuncian…

14-06-2019 Hits:309 Motori La Redazione

Hyundai Motor Group e Aurora Innovation annunciano oggi che Hyundai Motor Company e Kia Motors Corporation hanno investito in Aurora con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo di tecnologie per la...

Read more