Pin It

22:34:57 MADDALONI. In occasione della Giornata Internazionale delle Donne, l’UNAC Maddaloni ha organizzato, nel salone di rappresentanza del Museo Archeologico di Calatia, l’evento “QUELLO CHE LE DONNE DICONO” per parlare dell’evoluzione della figura femminile nel tempo e del suo ruolo nella società odierna. La serata è da inscriversi anche nella settimana dei musei 2019 promossa dal MiBAC.

Presentato dalla Dottoressa Lucia Grimaldi, l’evento si è articolato in tre specifici momenti, il primo dei quali ha visto protagonista l’artista Adriana Caprio che si è esibita al piano. Giovane musicista, studentessa del Conservatorio di Benevento, scrittrice e laureanda in Lettere, la Caprio ha eseguito alcuni brani estratti dal suo ultimo lavoro musicale, allietando i presenti con la sua voce e la maestria delle sue note.

A seguire, è stato presentato il libro della scrittrice, docente e giornalista Giovanna Paolino “Chiedi la luna”, edito da Giuseppe Vozza, presente anch’egli. La Paolino, dopo un breve resoconto della sua esperienza da giornalista, ha spiegato com’è nato il libro, che lei stessa definisce non un romanzo bensì un diario di bordo. La voglia di dire, di raccontare e di liberarsi da ciò che aveva visto per anni con gli occhi ormai disincantati del giornalista; i retroscena politici e sociali della sua terra l’hanno portata a scrivere per poter ritrovare un contatto sincero con la propria essenza, una terapia dell’anima. Un po' quello che accade alla protagonista del romanzo: Flora, una giovane donna, trentenne, che lavora nel campo della pubblicità e tutt’a un tratto si avvicina al mondo del giornalismo, e dopo varie avventure di parlare per liberarsi dal peso di quei fantasmi che le tormentavano l’esistenza … “chiedi la luna perché la luna rappresenta il successo, il miraggio, il potere che ormai è la divinità assoluta della nostra società e del nostro tempo. Flora viene contattata per intraprendere il lavoro da giornalista e sebbene ella inizi la sua nuova esperienza con molta umiltà e serietà, in realtà accetta esclusivamente in nome del successo, perché figlia di questa epoca. Ciò a cui lei tende, sospinta anche dal suo direttore, è la fama. Ad un certo punto però, quando scopre tutti gli altari nascosti della sua città, Belvedere, prende atto della realtà che la circonda e farà una scelta che cambierà per sempre la sua esistenza…”

La terza ed ultima parte della serata, infine, si è incentrata sull’inaugurazione della mostra collettiva “Esistere, Resistere, Andare”, esposta proprio nella sala conferenze del Museo. Ad illustrarne i contenuti, il Professor Wladimiro Cardone (tra gli espositori) che ha ripercorso, per i presenti, le fasi della storia dell’arte in cui la donna è stata protagonista, focalizzando l’attenzione sulle varie significazioni attribuite alla figura femminile nel corso dei secoli dagli artisti. Lo scopo dell’excursus storico artistico del Professore era quello che la mostra stessa si prefigura: evidenziare quanto sia errato incasellare la donna in una definizione netta, stereotiparla in una singola attribuzione che ne limiti l’essenza e ne stravolga la naturale libertà di esistere e quindi di essere ciò che vuole, resistere al tempo e quindi ai mutamenti e alle variazioni cui è soggetta e di andare ovunque ella desideri trovarsi. 

Fiorella Tagliafierro

Maggio 2019
DLMMGVS
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Articoli più letti

CAPUA – A l’Accademia Palasciania il…

25-05-2019 Hits:253 caserta & dintorni La Redazione

15:00:32 A Capua e dintorni, dal 28 maggio al 27 luglio 2019, l'Accademia Palasciania terrà il XIII festival-laboratorio palascianiano di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana armonia "La...

Read more

FRIDAY FOR FUTURE - Anche gli studenti d…

24-05-2019 Hits:324 Notizie La Redazione

16:00:53 PIEDIMONTE MATESE. Sono più di 400 gli studenti matesini che sono scesi in piazza per lo Sciopero Globale organizzato dal movimento Fridays For Future.

Read more

SAN FELICE A CANCELLO – Lesioni e port…

24-05-2019 Hits:523 Cronaca La Redazione

21:31:30 SAN FELICE A CANCELLO. Si è celebrato stamane innanzi al Tribunale Penale di Santa Maria Capua Vetere, Giudice Dott. Meccariello, il processo a carico di Umberto Nuzzo classe ’96...

Read more