Pin It

22:15:01 CANCELLO ED ARNONE. Tra fine gennaio e inzio febbraio si ricordano due dei più terribili avvenimenti del Novecento: la Shoah e i massacri delle Foibe.

Con il termine “Shoah” si vuole indicare lo sterminio della razza ebraica perpetuato dalla Germania nazista guidata da Adolf Hitler durante il Secondo Conflitto Mondiale. Il metodo di sterminio fu quello dei campi di concentramento e della incessante propaganda politica, ma ad esserne interessati non furono solo gli ebrei. Ci furono anche altre vittime, divisi tra oppositori politici, malati di mente, disabili, rom, sinti, testimoni di Geova, slavi ed omosessuali: tutte categoria, secondo Hitler, inferiori alla razza ariana e che andavano sterminati affinché non ne contaminassero la purezza. Per ricordare gli ebrei, e anche le altre vittime, uccisi dalla follia nazista, il 1^ novembre del 2005 è stato designato in Italia il Giorno della Memoria: si tratta del 27 Gennaio, giorno in cui viene celebrata la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz ad opera delle truppe sovietiche, avvenuta il 27 gennaio del 1945.

Con il termine “Foibe”, invece, si intendono gli eccidi ai danni della popolazione italiana che si verificarono tra il 1943 e il 1947 ad opera dei partigiani jugoslavi. Le vittime di tale eccidio, venivano gettate nelle foibe, grandi inghiottitoi tipici della regione carsica del Friuli Venezia Giulia e dell’Istria, o deportate nei campi di concentramento sloveni e croati. Per ricordarle, il 30 marzo del 2004 è stato istituito il Giorno del Ricordo, che si celebra il 10 febbraio di ogni anno. La data prescelta, è il giorno in cui, nel 1947, furono firmati i trattati di Pace di Parigi che assegnavano alla Jugoslavia l’Istria, il Quarnaro e la maggior parte della Venezia Giulia, in precedenza facenti parte dell’Italia.

Per tenere vivo il ricordo di queste due tragedie, le insegnanti e gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Ugo Foscolo”, hanno organizzato una mostra-conferenza sul tema della Shoah e delle Foibe “RICORDARE PER NON RIPETERE L’ORRORE”.

Oggi 7 febbraio è stata la volta delle classi quinte della Scuola Primaria di Via Settembrini; domani 8 febbraio toccherà ai ragazzi della Scuola Secondaria di 1^ grado e lunedì 11 febbraio ai bambini delle classi quinte della Scuola Primaria di Arnone.

“Si tratta di pagine decisamente tragiche della nostra storia, a lungo rimaste nel silenzio - afferma l’assessore alla Pubblica Istruzione Annamaria Di Puorto.

Ancora oggi ci troviamo a convivere con l’odio razziale che si manifesta sotto forma di disprezzo e di diffidenza verso gli altri e là dove l’odio e l’orrore hanno la meglio sull’umanità, è sempre giusto fermarsi a riflettere e a ricordare”.

Aprile 2019
DLMMGVS
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930

Articoli più letti

VALLE DI MADDALONI - Rivive la memoria d…

20-04-2019 Hits:389 caserta & dintorni Francesco Marino

12:52:27 VALLE DI MADDALONI. Il prossimo 27 aprile 2019 alle ore 18,30 nella sala consiliare del Comune di Valle di Maddaloni sarà presentato il libro “Cittadini Vallesi nella seconda guerra...

Read more

UNIVERSIADI – Ecco come candidarsi com…

19-04-2019 Hits:452 Campania Focus La Redazione

11:38:43 Dal lancio della campagna di reclutamento il 26 marzo scorso, con ambassador Patrizio Oliva, in tanti hanno risposto inviando la propria candidatura per partecipare all’Universiade Napoli 2019 come volontari.

Read more

SAN LEUCIO - Valorizzazione dei siti Une…

19-04-2019 Hits:486 Notizie Francesco Marino

12:57:29 Entusiasmo, passione e ricerca delle tradizioni: queste le parole d’ordine del corso di ceramica iniziato lunedì al liceo artistico San Leucio nell’ambito del progetto del Comune di Caserta “Comunicare...

Read more