Pin It

13:36:34 CASERTA. Come sempre accade quando si chiude un mandato politico, alla vigilia del rinnovo dell’organismo si tracciano i bilanci sull’operato del gruppo dirigente, sul lavoro svolto e sui risultati raccolti.

Una liturgia da cui non si sottrae nemmeno il parlamento europeo.

Uno dei metri di giudizio per valutare l’operato degli euro-onorevoli è certamente il loro grado di presenze.

La pattuglia italiana, da questo punto di vista non brilla dal momento che, secondo le statistiche del parlamento europeo diffuse da Sky, è solo ventiduesima.

Un dato non edificante sul quale, probabilmente, pesa in positivo un altro dato: quello dell’eurodeputato più presenze tra Bruxelles e Strasburgo e più prolifico per l’attività svolta nei cinque anni di mandato, cioè Nicola Caputo.

L’esponente del Partito democratico, ricandidato anche per la tornata di maggio, è in assoluto il più presente nei cinque anni della pattuglia di eletti a Bruxelles e ha consolidato questo dato con una serie di atti prodotti nei cinque anni che fanno di lui lo stakanovista per antonomasia del parlamento.