Pin It

09:51:42 SAN PRISCO. «Nell’ultimo consiglio comunale è caduto sotto il fuoco amico l’ultimo baluardo dell’amministrazione D’Angelo.

Il presidente del Consiglio, infatti, suo malgrado si è dovuto arrendere alla prepotenza e all’arroganza politica di assessori e consiglieri della sua stessa maggioranza, che di fatto hanno umiliato il suo ruolo di presidente e arbitro dell’assise. 

Un comportamento, quello degli amministratori, utile a ufficializzare chi all’interno di una maggioranza alla deriva è intoccabile e che molto probabilmente è anche il regista occulto di tante scelte discutibili o addirittura sciagurate del primo cittadino. Il presidente ha provato a riappropriarsi della sua autorità richiamando in un paio di occasioni la consigliera Di Felice, che risulta essere sempre pungente nei suoi interventi. Così però è vincere facile.

La fragilità di questa maggioranza, tenuta insieme da compromessi e strategie di gestione personale delle cariche ricoperte da non pochi amministratori, è venuta fuori in maniera inequivocabile quando il capogruppo di 'LeAli’ ha chiesto il ritiro di una proposta di delibera, oltretutto senza essere in grado di motivarla in maniera credibile e l’assessore Giuseppe D’Angelo ha scelto di votare contro, insieme ai consiglieri di minoranza, manifestando palesemente il suo malessere, che a dire il vero era già emerso da un pò di tempo, ammettendo di fatto, con il suo comportamento, che il ritiro della proposta di delibera era l’unico stratagemma possibile per evitare in Consiglio di formalizzare una rottura, che ormai è evidente esserci in maggioranza.

Sicuramente la proposta di delibera di 'Approvazione della gestione associata con il Comune di San Tammaro del servizio inerente alla validazione dei progetti ex D.Lgs50/2006 e del servizio inerente l’autorizzazione paesaggistica ex D.lgs. 42/2004' non lascia tranquillo l’assessore dissidente. Noi possiamo immaginare le sue perplessità e condividerle appieno, ma non ci è dato di averne certezza.

L’attività fallimentare e discutibile dell’amministrazione D’Angelo incomincia a essere insopportabile non solo per quella parte di opposizione che fin dall’inizio ha cercato, con coerenza di porre un freno alla deriva della politica cui è vittima il nostro paese». 

I consiglieri comunali di San Prisco del gruppo 'LiberaMente Insieme'