Pin It

13:51:32 Un’intera giornata dedicata al tema della prevenzione e della corretta informazione in ambito sanitario organizzata dal Comune di Cellole in collaborazione con le associazioni “Siamo Tutti Uno” e “Unitalia Onlus”, con il contributo di realtà locali tra cui Polimedalab, centro medico di alta specializzazione.

Domenica 7 aprile, in piazza “Compasso” a Cellole, all’interno del campus della prevenzione, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, i cittadini potranno usufruire di visite, ecografie ed esami specialistici gratuiti, grazie all’impegno di medici specialisti e personale paramedico. L’evento è rivolto a tutti i cittadini, con intrattenimento ed esibizioni di palestre e scuole di ballo del territorio. Nel corso dell’evento anche la celebrazione della santa messa, che sarà officiata dal Vescovo della Diocesi di Sessa Aurunca, Mons. Francesco Piazza.

Come amministrazione supportiamo le associazioni e le strutture che operano sul territorio con l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione- commenta il sindaco di Cellole, avv. Cristina Compasso -. La manifestazione di domenica, alla quale stiamo lavorando già da diversi mesi, avrà una grande eco a livello locale e permetterà a tanti cittadini di usufruire di esami e visite specialistiche fondamentali per monitorare il proprio stato di salute”.

Siamo orgogliosi di essere stati selezionati come una delle realtà sanitarie di riferimento del territorio e siamo felici di poter garantire il nostro contributo ad una così importante iniziativa di prevenzione - commenta il direttore di Polimedalab, Adriano Azzuè -. La corretta informazione e la sensibilizzazione sui temi di maggiore interesse per la salute dei cittadini sono i punti cardine dell’impegno di Polimedalab. Grazie alla disponibilità dei medici specialisti della nostra struttura, che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa, tante persone potranno effettuare esami diagnostici e sottoporsi ad un consulto specialistico che possa evidenziare eventuali fattori di rischio nei confronti di diverse patologie”.

“Il nostro impegno è finalizzato alla diffusione della cultura della prevenzione - sottolinea Rosita Nervino dell’Associazione “Siamo Tutti Uno”, che opera nei territori dell’alto casertano e del basso Lazio -. La nostra associazione è composta da volontari che hanno sperimentato, direttamente o indirettamente, le sofferenze causate dal cancro e per questo motivo hanno scelto di dedicare parte del loro tempo all’organizzazione di iniziative che nascono con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione locale sull’importanza della diagnosi precoce e dei corretti stili di vita”.

“Condividiamo le finalità e gli obiettivi della manifestazione – a parlare è Pietro De Meo dell’associazione Unitalia Onlus –. La nostra associazione promuove progetti ed iniziative sul tema della legalità, della lotta alle dipendenze e della prevenzione delle malattie. Ci rivolgiamo soprattutto ad un pubblico di giovani, perché riteniamo sia fondamentale diffondere una corretta informazione presso i cittadini del futuro”.