13:04:41 II Giudice per le indagini preliminari, accogliendo le risultanze investigative, emerse nell'ambito di una articolata attività di indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ed eseguita dai Carabinieri della Compagnia di Mondragone, ha emesso ordinanza di custodia cautelare nei confronti di sette soggetti,

ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di corruzione, concussione, falso ideologico in atto pubblico, indebita induzione a dare o promettere. L'esecuzione del provvedimento, scaturito da una prolungata indagine precisamente indirizzata al monitoraggio di fenomeni di corruttela all'interno dell'Ufficio Tecnico del Comune di Castel Volturno, avveniva nella prima mattinata odierna da parte dei carabinieri di Mondragone e ha colpito: - NOVMLLO Cannine, nato a Castel Volturno il 04.04.1959, Dirigente dell'Ufficio Tecnico del Comune di Castel Volturno; - DI BONA Antonio, nato a Casal di Principe il 18.03.1965, Addetto dell'Ufficio Tecnico del Comune di Castel Volturno: - RUSSO Giuseppe, nato a Castel Volturno il 07.03.1956, Tecnico Comunale: - CASSANDRA Luigi, nato a Gaeta il 28.05.1960, Comandante della Polizìa Municipale di Castel Volturno. - MORMONE Francesco, nato a Castel Volturno il 05.10.1956, Maresciallo della Polizia Municipale del Comune di Castel Volturno; - VERAZZO Giuseppe, nato ad Aversa il 20.08.1968, Geometra privato; - TRAPANESE Rosario, nato a Napoli il 11.03.1968, Dirigente dell'Italian Marìtime Academy Technologies (IMAT) con sede in Castel Volturno Pineta Mare. Oltre agli odierni colpiti da provvedimento restrittivo risultano indagate ulteriori 15 soggetti tra dipendenti del Comune di Castel Volturno e professionisti. L'indagine, iniziata nel settembre 2016, trae la sua origine dalla denuncia di un privato cittadino, che poneva in evidenza come la documentazione prodotta presso il competente Ufficio del Genio Civile, al fine dell'acquisizione dell'autorizzazione sismica, per un complesso denominato residenziale denominato "LE ANFORE" e ubicato in Castel Volturno via Domitiana, non fosse corrispondente allo stato dei luoghi e non riportasse le reali caratteristiche e consistenze costruttive e funzionali dell'immobile. Per tali fatti, la Procura della Repubblica, oltre ad avviare immediate attività di intercettazione, notificava, all'esito dello svolgimento di tutti gli accertamenti, avvisi di garanzia a carico di complessive 7 persone. Le parallelle attività investigative facevano emergere nell'immediato la figura di un professionista locale, il geometra VERAZZO Giuseppe, il quale nel passato aveva collaborato come tecnico esterno e con contratto a termine, con l'UTC di Castel Volturno. Sin dalle prime fasi veniva alla luce, dalle intercettazioni telefoniche e ambientali captate, un diffuso sistema corruttivo di cui era protagonista il personale adetto all'Ufficio Tecnico del Comune di Castel Volturno e nello specifico il dirigente NOVIELLO Cannine ed alcuni dipendenti tra cui DI BONA Antonio. Parimenti venivano esternati similari comportamenti da parte di alcuni appartenenti al comando della Polizia Municipale del comune di Castel Volturno. Oltre ad essere assunte fonti di prova particolarmente preziose, le intercettazioni risultavano sconcertanti tanto da paventare un consolidato sistema corruttivo nonché una gestione dell'Ufficio improntata a logiche di gestione clientelare.

Gli investigatori avevano subito avuto modo di percepire l'estensione dello scenario d'indagine e le attività intercettive venivano necessariamente ampliate tanto che si rendeva necessario avviare una variegata attività di registrazione occulta all'interno degli uffici del citato Ente comunale. I principali attori del sistema di corruzione all'interno dell’UTC, identificabili nelle figure di Cannine Noviello, Di Bona Antonio e gli addetti alla Polizia Municipale, seppur non operando in maniera associativa, agivano ognuno per raggiungere vantaggi di tipo strettamente personale favorendo determinati soggetti. Ogni componente è risultato essere pienamente consapevole di ciò che doveva fare nell'ambito di determinate pratiche, per far sì che queste fossero evase con celerità ma soprattutto che potessero concludersi con il rilascio delle autorizzazioni necessarie. Con molta facilità, gli investigatori si sono imbattuti in documentazione formata ad hoc, materialmente o ideologicamente falsa (di natura pubblica e/o privata) o anche in sostituzione di atti già presenti nelle relative pratiche. Nel corso delle investigazioni sono emerse specifiche vicende nelle quali è emerso l'interesse per pratiche edilizie da parte di imprenditori e privati cittadini molto vicini al dirigente NOVIELLO Carmine e dai quali questi ha tratto personale vantaggio, tra cui: Simulatore marittimo in fase di realizzazione da parte della società I.m.a.t. sito in Castel Volturno. E' stato accertato che, per il rilascio dei titoli edilizi in favore dell'Italian Maritime Academy Technologies (IMAT) gestita da TRAPANESE Rosario, il dirigente/responsabile dell'UTC NOVIELLO Carmine rilasciava, illegittimamente e formando atti falsi, un permesso di costruire per la realizzazione di un simulatore marittimo, avente la forma di una nave da crociera, determinante una volumetria di gran lunga superiore rispetto a quella consentito dagli strumenti urbanistici vigenti per la zona interessata dall'intervento edilizio, in tal modo egli procurava un ingiusto vantaggio patrimoniale all'IMAT di TRAPANESE Rosario, omettendo di far corrispondere gli oneri concessori, pari per la sola quota urbanizzazione a circa € 150.060,00 ed attestando poi falsamente l'avvenuto pagamento degli stessi. Parimenti, il Noviello poneva in essere atti contrari ai doveri di ufficio al fine di favorire/agevolare il TRAPANESE Rosario, sempre il relazione alla società IMAT, adottando provvedimenti in tempi velocissimi in contrasto con quanto genericamente avveniva al fine di superare le difficoltà che di volta in volta emergevano nonché richiedendo al Geom. RUSSO Giuseppe, dipendente del suo ufficio, ed in accordo con il Maresciallo della Polizia Municipale MORRONE Francesco, di modificare dei verbali di sopralluogo svolto presso la sede IMAT presente all'interno del Grand Hotel Pinetamare, al fine di evitare che emergessero irregolarità. Successivamente ad un controllo svolto presso il cantiere dove la società IMAT stava edificando il simulatore marittimo, lo stesso NOVIELLO Cannine, sempre al fine di agevolare l'imprenditore TRAPANESE Rosario, benché pienamente cosciente delle irregolarità, ritardava l'adozione del provvedimento di sospensione lavori nonché faceva modificare al preposto collaboratore, geom. Giuseppe Russo, la relazione di sopralluogo in modo da non far emergere che la struttura metallica in fase di realizzazione fosse difforme e che per tutte le opere in corso di realizzazione mancassero gli adempimenti in materia sismica. Ciò avveniva in accordo con il Comandante della polizia municipale di Castel Volturno, Ten. CASSANDRA Lugi, il quale ometteva di procedere al sequestro. Il NOVIELLO attestava inoltre falsamente, in una formale comunicazione trasmessa alla Procura della Repubblica di S.M.C.V., che non si aveva certezza che le opere in corso di realizzazione potessero considerarsi porzione o parte di stralcio del simulatore di navigazione nonostante nelle intercettazioni emergesse chiaramente detta circostanza, omettendo inoltre di rappresentare che i lavori, sebbene fosse stata disposta la sospensione, erano proseguiti. In cambio, il NOVIELLO riceveva dal predetto Trapanese Rosario molteplici utilità ed, in particolare, il coinvolgimento del fratello nella direzione tecnica dei lavori avviati dalPIMAT; l'assunzione di un parente di uno stretto collaboratore del NOVIELLO, presso la M.P. Security, società legata da importanti contratti di vigilanza privata con la IMAT di Trapanese Rosario; l'impegno da parte del Trapanese, che si occupa della formazione del personale marittimo anche per una importante compagnia di navigazione, di interessarsi dell'organizzazione del viaggio di nozze della figlia, ovvero di una crociera; importanti regali consegnati presso la sua abitazione direttamente e personalmente dal Trapanese, almeno in due occasioni, consistiti anche nel fornire un elevato quantitativi di prodotti ittici nonché nel ricevere diverse stufe da utilizzare per gli uffici dell'UTC di Castel Volturno. Le complessive indagini svolte hanno consentito di far rilevare come, per tale vicenda, si fossero attivati esponenti dell'amministrazione comunale in carica, al fine di orientare e condizionare l'operato della Polizia Municipale (sono emersi elementi per ritenere che tale organo di P.G. abbia subito forti condizionamenti nell'assumere le decisioni di competenza relative alle opere abusive che l'IMAT stava realizzando). Vi sono state finanche riunioni tra tali esponenti della amministrazione Russo, i rappresentanti e tecnici IMAT, l'UTC e la stessa Polizia Municipale. Sono in corso approfondimenti investigativi al fine di individuare il soggetto o i soggetti politici che in concreto hanno orientato le decisioni della Polizia Municipale di Castel Volturao. Lo stesso NOVEELLO Cannine, abusando delle sue funzioni e dei suoi poteri, compiva atti contrari ai doveri del suo ufficio nell'ambito di una azione preventivamente pianificata con il tecnico Verazzo Giuseppe, geometra incaricato di seguire gli interventi edilizi riguardanti l'immobile sito in Castel Volturno alla via Delle Acacie di proprietà della SIEC Immobiliare. E difatti, gli interventi realizzati venivano qualificati come "ristrutturazione edilizia mediante intervento di riqualificazione e risanamento statico funzionale", laddove tali interventi concretavano dal punto di vista sostanziale una "nuova costruzione", non consentita dagli strumenti urbanistici vigenti per la zona in cui ricade l'immobile, per contrasto con le disposizioni di cui agli artt. 3 e 9 del DPR 380/01 e delle leggi della Regione Campania 17/82 e 16/2004. Al fine di conseguire tale obiettivo concordava con il tecnico Verazzo, onde consentire tali illegittimità, l'intervento e far risultare avviati i lavori riguardanti il permesso di costruire n. 284/2016, di attestare l'impossibilità di recuperare dal punto di vista strutturale l'immobile. Il Verazzo realizzava tale intervento producendo una falsa relazione sulla staticità dell'immobile, con la complicità di altro tecnico, deposito a cui seguiva da parte del Noviello l'adozione, in assenza di nuova richiesta della SIEC Immobiliare e in assenza di nuovo parere paesaggistico, del permesso di costruire n. 79 del 21.03.2017. Con tale atto, autorizzava l'abbattimento del fabbricato preesistente e la realizzazione di un nuovo fabbricato con sagoma totalmente diversa da quella preesistente, non consentita dalla citata normativa, allegando al nuovo atto autorizzativo gli stessi elaborati progettuali di cui al permesso di costruire n. 284/2016 ed omettendo tra l'altro di richiedere il pagamento degli oneri concessori. Per compiere tali atti, il Noviello riceveva dal Verazzo specifiche utilità, nell'ambito di un sistema oleato di reciproca messa a disposizione, ed in particolare la definizione della pratica riguardante l'immobile di proprietà della figlia con la redazione di un falso certificato di collaudo, che consentiva allo stesso Noviello di conseguire indebiti vantaggi patrimoniali. Inoltre otteneva, per il tramite del Verazzo, da lannone Mario, di fatto interessato alla pratica SIEC Immobiliare, padre del legale rappresentante della predetta società, la necessaria "copertura" per poter effettuare senza alcun problema interventi di sistemazione della cabina Enel allocata all'ingresso dell'abitazione di proprietà della figlia, copertura che lannone poteva offrire, mettendosi a disposizione del Noviello, avendo la manutenzione per conto dell'Enel delle strutture presenti sul territorio campano. Al fine di scongiurare l'ultimazione delle opere ed evitare che il reato potesse essere portato ad ulteriori conseguenze, nel corso delle investigazioni si procedeva al sequestro del fabbricato. Vicenda dell'immobile di proprietà dei familiari del gelom. Verazzo Giuseppe, Nella vicenda, NOVELLO Cannine in accordo, unione e concorso con Giuseppe Russo, nella sua veste di addetto al medesimo UTC, Morrone Francesco, nella sua veste di M.llo in servizio presso l'Ufficio di Polizia Municipale, e Verazzo Giuseppe, nella sue veste di geometra e tecnico di parte, nell'ambito di dinamiche collusive instaurate dal predetto Verazzo con l'UTC e cori la Polizia Municipale, emetteva permesso di costruire n. 115/2006, che autorizzava l'abbattimento del preesistente fabbricato e sua ricostruzione a parità di volumetria, e DIA 2008 in variante. Ciò avveniva nella consapevolezza che il fabbricato di proprietà dei fratelli del geom. Verazzo fosse difforme dai progetti assentiti. Parimenti ometteva di adottare i poteri ripristinatori e sanzionatori con riferimento ai lavori realizzati sulla parte di fabbricato, da ritenersi non ammissibili urbanisticamente in quanto determinanti aumento di volumetria e di superficie utile (l'immobile ricade nel perimetro urbano del Comune di Castel Volturno, privo di strumenti urbanistici, all'interno del quale non sono consentite nuove costruzioni o ampliamenti di quelle preesistenti, in forza del disposto di cui agli artt. 3 e 9 del DPR 380/01 e delle leggi regionali 17/82 e 16/2004). Tale difformità, determinava un aumento di volumetria delle strutture attuali rispetto a quelle preesistenti (l'immobile preesistente solo in parte risulta abbattuto e ricostruito), anche utilizzando la falsa relazione redatta dal Russo, ne venivano adottati i poteri inibitori e quindi la sospensione dei lavori ed anzi ripristinatori e sanzionatori in relazione alle difformità, così consentendosi la realizzazione e il completamento di tali lavori. Successivamente il NOVIELLO, pur avendo contezza delle difformità, si avvaleva della relazione redatta dal dott. Alberto Coppola per superare le questioni riguardanti la volumetria determinata dall'abuso, emettendo un permesso di costruire in sanatoria, in cui integralmente recepiva la predetta relazione tecnica, sebbene tali opere mancassero della "doppia conformità". In tale contesto Morrone Francesco, nella qualità di M.llo della Polizia Municipale di Castel Volturno, abusando dei suoi poteri e delle sue funzioni, ritardava, per quanto di sua specifica competenza, la comunicazione all'A.G. (Procura di S.M.C.V.) della notizia di reato e l'adozione del sequestro preventivo d'urgenza del porticato antistante il locale palestra di proprietà dei familiari del Verazzo dall'aprile del 2017 al 14.06.2017, nonché non adottava gli atti in relazione alla mancanza di agibilità con riferimento a tale porticato, di fatto trasformato in locale commerciale, non più adottava il sequestro preventivo d'urgenza di altra parte del medesimo fabbricato, ove peraltro erano in corso lavori. Vicenda relativa al fabbricato sito in Castel Volturno denominato "American Palace", ubicato al 34 della Domìtìana. Il Noviello, abusando dei suoi poteri e della sua qualità, induceva il proprietario dell'immobile a consegnargli la somma contanti di €30.000,00. Va premesso che, nel novembre del 2010, l'istanza presentata dalla parte e diretta ad ottenere il certificato di agibilità con riferimento al pianterreno e primo piano, adibiti ad attività commerciali, dell'immobile sito in Castel Volturno alla via Domiziana al Km 34,00, sul presupposto che difettasse la conformità urbanistica dell'immobile, ovvero che non fosse stata definita l'istanza di condono presentata ai sensi della legge 47/85 (istanza rigettata solo nell'anno 2016). Dopo tale evento, con modalità di persuasione/suggestione e dirette a porre la parte in uno stato di soggezione psicologica ovvero a condizionare i suoi processi decisionali, indicava al proprietario la strada da seguire per superare le problematiche riguardanti il rilascio dell'agibilità, ed, in particolare indicava/suggeriva di rivolgersi ad un legale che avrebbe predisposto apposito ricorso per l'annullamento in autotutela del diniego dallo stesso adottato e di corrispondergli la somma di € 30.000,00. Il NOVIELLO aveva cura di precisare che la strada prospettata al proprietario era quella più agevole, rispetto all'alternativo percorso che prevedeva il ricorso all'autorità giudiziaria amministrativa, incerto e sicuramente più lungo. Il Fabozzi Ulderico aderiva a quanto suggerito dal professionista che predisponeva apposito ricorso elaborando mendaci interpretazioni. In tal modo, riusciva ad avere un provvedimento di agibilità (illegittimo), provvisorio e cautelativo (categoria prowedimentale non prevista dal sistema normativo: legge 47/85), adottato in data 8.2.2011 a distanza di pochissimo tempo dalla comunicazione del diniego e dalla presentazione del ricorso, sebbene permanessero le condizioni di non conformità urbanistica dell'immobile a cui faceva riferimento la richiesta di agibilità, rilascio a cui seguiva la dazione da parte del privato cittadino della somma di €30,000,00, II Noviello rilasciava l'agibilità provvisoria sebbene avesse piena contezza delle gravi problematiche che sussistevano in relazione alla pratica di condono presentata ai sensi della legge 47/85, che riguardavano l'epoca di ultimazione. Ed infatti, l'immobile oggetto della istanza di condono, come risultava dagli stessi atti adottati dal Noviello in epoca precedente, non risultava ultimato entro la data del 01.10.1983, mancando delle 8 tompagnature perimetrali e del completamento funzionale trattandosi di locali ad uso commerciale e non destinati a residenza, e l'aspetto inerente la possibilità di enucleare in modo autonomo la parte della struttura realizzata in epoca successiva al 01.10.1983. Oltre agli episodi più rilevanti sopra evidenziati, il NOVELLO Cannine, abusando della propria funzione, poneva in essere atti diretti a favorire indebitamente se stesso o suoi stretti familiari nella trattazione di pratiche edilizie per gli immobili di loro proprietà. Sono infine emerse altre condotte, in relazione ad altre pratiche trattate dal responsabile dell’UTC di Castel Volturno illecite dinamiche, frutto di chiara collusione con i tecnici incaricati da parti private. Alle pratiche gestite in prima persona dal Noviello si affiancano poi le condotte del Di Bona Antonio, altro dipendente dell'UTC con mansioni di archivista e di addetto alla pubblicazione degli atti adottati dal predetto nell'ambito di un sistema caratterizzato dal sistematico assoggettamento della funzione pubblica a forme di mercimonio. Il Di Bona, nel corso delle indagini, si è visto ottenere somme di danaro, ricariche telefoniche e favori sessuali all'interno e all'esterno degli uffici comunali da parte di tecnici o dalle parti private, in cambio di attività, illecite, dirette a consentire il buon esito delle pratice edilizie. Il più delle volte ha consentito la sostituzione di atti, l'introduzione postuma di atti inesistenti che andavano prodotti dall'interessato in epoca precedente ed entro un detreminato termine e ha provveduto alla definizione delle pratiche edilizie trattandone talune in maniera prioritaria rispetto alle altre e facendo falsamente risultare gli atti (permessi di costruire) regolarmente già pubblicati, per il periodo minimo stabilito dalla normativa di settore, all'albo comunale con immediato rilascio degli stessi atti agli interessati. Alle dinamiche illecite appena accennate, non sono risultati estranei altri appartenenti all’UTC di Castel Volturno, ulteriori appartenenti al Comando di Polizia Municipale di Castel Volturno, che risultato indagati ma non destinatari di misure cautelari. In data odierna, i Carabinieri di Mondragone, hanno eseguito il provvedimento del GIP, traducendo presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere: Cannine Noviello, Antonio di Bona, Giuseppe Verazzo e sottoponendo gli altri destinatari della misura cautelare agli Arresti Domiciliari presso le rispettive abitazioni.

Ricerca personalizzata

PORTE APERTE

SABATO 19 E DOMENICA 20 GENNAIO

 

-------------------------------------------

www.ideaingrafica.com

-------------------------------------------

Gennaio 2019
DLMMGVS
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Articoli più letti

AFRAGOLA - Sorprese a cedere droga in au…

17-01-2019 Hits:193 Cronaca La Redazione

{loadposition position-0} 10:20:19 I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise, in Afragola, nel corso di un servizio di prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti...

Read more

L’APPUNTAMENTO - Gioia Sannitica prota…

17-01-2019 Hits:331 caserta & dintorni La Redazione

{loadposition position-0} 10:32:51 GIOIA SANNITICA. Domenica 20 gennaio in onda alle ore 12:00 su Mediatv. Gioia Sannitica, con viva soddisfazione del primo cittadino Michelangelo Raccio, finira’ al centro di un nuovo...

Read more

AVERSA - Ortelius Room, a Palazzo Cascel…

16-01-2019 Hits:404 caserta & dintorni Francesco Marino

{loadposition position-0} 17:25:56 Torna un'ultima volta ad Aversa – per l'occasione sovrapponendosi alla rassegna "Le parole ritrovate" – il dodicesimo festival-laboratorio palascianiano di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana...

Read more
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Privacy Policy di www.casertafocus.net

Questa Applicazione raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti.

Titolare del Trattamento dei Dati

Editore - PF Edizioni srl, Testata registrata presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE)  n. 771 del 30/09/2010, P. IVA 03648070617

Tipologie di Dati raccolti

Fra i Dati Personali raccolti da questa Applicazione, in modo autonomo o tramite terze parti, ci sono: Cookie, Dati di utilizzo, Numero di Telefono, Email, Nome, Cognome, Indirizzo, Ragione sociale, Codice Fiscale, Partita IVA, Professione, Provincia, CAP e Città.

Altri Dati Personali raccolti potrebbero essere indicati in altre sezioni di questa privacy policy o mediante testi informativi visualizzati contestualmente alla raccolta dei Dati stessi.
I Dati Personali possono essere inseriti volontariamente dall’Utente, oppure raccolti in modo automatico durante l'uso di questa Applicazione.
L’eventuale utilizzo di Cookie - o di altri strumenti di tracciamento - da parte di questa Applicazione o dei titolari dei servizi terzi utilizzati da questa Applicazione, ove non diversamente precisato, ha la finalità di identificare l’Utente e registrare le relative preferenze per finalità strettamente legate all'erogazione del servizio richiesto dall’Utente.
Il mancato conferimento da parte dell’Utente di alcuni Dati Personali potrebbe impedire a questa Applicazione di erogare i propri servizi.

L'Utente si assume la responsabilità dei Dati Personali di terzi pubblicati o condivisi mediante questa Applicazione e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.

Modalità e luogo del trattamento dei Dati raccolti

Modalità di trattamento

Il Titolare tratta i Dati Personali degli Utenti adottando le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l’accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali.
Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate. Oltre al Titolare, in alcuni casi, potrebbero avere accesso ai Dati categorie di incaricati coinvolti nell’organizzazione del sito (personale amministrativo, commerciale, marketing, legali, amministratori di sistema) ovvero soggetti esterni (come fornitori di servizi tecnici terzi, corrieri postali, hosting provider, società informatiche, agenzie di comunicazione) nominati anche, se necessario, Responsabili del Trattamento da parte del Titolare. L’elenco aggiornato dei Responsabili potrà sempre essere richiesto al Titolare del Trattamento.

Luogo

I Dati sono trattati presso le sedi operative del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, contatta il Titolare.

Tempi

I Dati sono trattati per il tempo necessario allo svolgimento del servizio richiesto dall’Utente, o richiesto dalle finalità descritte in questo documento, e l’Utente può sempre chiedere l’interruzione del Trattamento o la cancellazione dei Dati.

Finalità del Trattamento dei Dati raccolti

I Dati dell’Utente sono raccolti per consentire al Titolare di fornire i propri servizi, così come per le seguenti finalità: Remarketing e Behavioral Targeting, Contattare l'Utente, Pubblicità, Commento dei contenuti, Registrazione ed autenticazione, Statistica, Gestione indirizzi e invio di messaggi email, Gestione dei pagamenti e Interazione con social network e piattaforme esterne.

Le tipologie di Dati Personali utilizzati per ciascuna finalità sono indicati nelle sezioni specifiche di questo documento.

Dettagli sul trattamento dei Dati Personali

I Dati Personali sono raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:

  • Commento dei contenuti

I servizi di commento consentono agli Utenti di formulare e rendere pubblici propri commenti riguardanti il contenuto di questa Applicazione.
Gli Utenti, a seconda delle impostazioni decise dal Titolare, possono lasciare il commento anche in forma anonima. Nel caso tra i Dati Personali rilasciati dall’Utente ci sia l’email, questa potrebbe essere utilizzata per inviare notifiche di commenti riguardanti lo stesso contenuto. Gli Utenti sono responsabili del contenuto dei propri commenti.
Nel caso in cui sia installato un servizio di commenti fornito da soggetti terzi, è possibile che, anche nel caso in cui gli Utenti non utilizzino il servizio di commento, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui il servizio di commento è installato.

Facebook Comments (Facebook)

Facebook Comments è un servizio gestito da Facebook Inc. che consente all’Utente di lasciare propri commenti e condividerli all’interno della piattaforma Facebook.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

  • Contattare l'Utente

Contatto via telefono (Questa Applicazione)

Gli Utenti che hanno fornito il proprio numero di telefono potrebbero essere contattati per finalità commerciali o promozionali collegate a questa Applicazione, così come per soddisfare richieste di supporto.

Dati personali raccolti: Numero di Telefono.

  • Gestione dei pagamenti

I servizi di gestione dei pagamenti permettono a questa Applicazione di processare pagamenti tramite carta di credito, bonifico bancario o altri strumenti. I dati utilizzati per il pagamento vengono acquisiti direttamente dal gestore del servizio di pagamento richiesto senza essere in alcun modo trattati da questa Applicazione.
Alcuni di questi servizi potrebbero inoltre permettere l'invio programmato di messaggi all'Utente, come email contenenti fatture o notifiche riguardanti il pagamento.

PayPal (Paypal)

PayPal è un servizio di pagamento fornito da PayPal Inc., che consente all’Utente di effettuare pagamenti online utilizzando le proprie credenziali PayPal.

Dati personali raccolti: Varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio.

Privacy Policy

  • Gestione indirizzi e invio di messaggi email

Questi servizi consentono di gestire un database di contatti email, contatti telefonici o contatti di qualunque altro tipo, utilizzati per comunicare con l’Utente.
Questi servizi potrebbero inoltre consentire di raccogliere dati relativi alla data e all’ora di visualizzazione dei messaggi da parte dell’Utente, così come all’interazione dell'Utente con essi, come le informazioni sui click sui collegamenti inseriti nei messaggi.

MailUp (MailUp)

MailUp è un servizio di gestione indirizzi e invio di messaggi email fornito da NWeb S.r.l.

Dati personali raccolti: Email.

Luogo del trattamento : Italia – Privacy Policy

  • Interazione con social network e piattaforme esterne

Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione.
Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network.
Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network, è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Pulsante e widget sociali di Linkedin (Linkedin)

Il pulsante e i widget sociali di Linkedin sono servizi di interazione con il social network Linkedin, forniti da Linkedin Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook)

Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

  • Pubblicità

Questi servizi consentono di utilizzare i Dati dell’Utente per finalità di comunicazione commerciale in diverse forme pubblicitarie, quali il banner, anche in relazione agli interessi dell’Utente.
Ciò non significa che tutti i Dati Personali vengano utilizzati per questa finalità. Dati e condizioni di utilizzo sono indicati di seguito.
Alcuni dei servizi di seguito indicati potrebbero utilizzare Cookie per identificare l’Utente o utilizzare la tecnica del behavioral retargeting, ossia visualizzare annunci pubblicitari personalizzati in base agli interessi e al comportamento dell’Utente, rilevati anche al di fuori di questa Applicazione. Per avere maggiori informazioni in merito, ti suggeriamo di verificare le informative privacy dei rispettivi servizi.

Direct Email Marketing (DEM) (Questa Applicazione)

Questa Applicazione utilizza i Dati dell’Utente per inviare proposte di natura commerciale relativi a servizi e prodotti forniti da terze parti o non correlati al prodotto o servizio forniti da questa Applicazione.

Dati personali raccolti: Email.

Google AdSense (Google)

Google AdSense è un servizio di advertising fornito da Google Inc. Questo servizio usa il Cookie “Doubleclick”, che traccia l’utilizzo di questa Applicazione ed il comportamento dell’Utente in relazione agli annunci pubblicitari, ai prodotti e ai servizi offerti.
L’Utente può decidere in qualsiasi momento di non usare il Cookie Doubleclick provvedendo alla sua disattivazione: google.com/settings/ads/onweb/optout?hl=it.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

  • Registrazione ed autenticazione

Con la registrazione o l’autenticazione l’Utente consente all’Applicazione di indentificarlo e di dargli accesso a servizi dedicati.
A seconda di quanto indicato di seguito, i servizi di registrazione e di autenticazione potrebbero essere forniti con l’ausilio di terze parti.
Qualora questo avvenga, questa applicazione potrà accedere ad alcuni Dati conservati dal servizio terzo usato per la registrazione o l’identificazione.

Facebook Authentication (Facebook)

Facebook Authentication è un servizio di registrazione ed autenticazione fornito da Facebook Inc. e collegato al social network Facebook.

Dati personali raccolti: Varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Registrazione diretta (Questa Applicazione)

L’Utente si registra compilando il modulo di registrazione e fornendo direttamente a questa Applicazione i propri Dati Personali.

Dati personali raccolti: CAP, Città, Codice Fiscale, Cognome, Email, Indirizzo, Nome, Numero di Telefono, Partita IVA, Professione, Provincia e Ragione sociale.

  • Remarketing e Behavioral Targeting

Questi servizi consentono a questa Applicazione ed ai suoi partner di comunicare, ottimizzare e servire annunci pubblicitari basati sull'utilizzo passato di questa Applicazione da parte dell'Utente.
Questa attività viene effettuata tramite il tracciamento dei Dati di Utilizzo e l'uso di Cookie, informazioni che vengono trasferite ai partner a cui l'attività di remarketing e behavioral targeting è collegata.

AdRoll (Semantic Sugar, Inc.)

AdRoll è un servizio di advertising fornito da Semantic Sugar, Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

AdWords Remarketing (Google)

AdWords Remarketing è un servizio di Remarketing e Behavioral Targeting fornito da Google Inc. che collega l'attività di questa Applicazione con il network di advertising Adwords ed il Cookie Doubleclick.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy – Opt Out

Facebook Remarketing (Facebook)

Facebook Remarketing è un servizio di Remarketing e Behavioral Targeting fornito da Facebook Inc. che collega l'attività di questa Applicazione con il network di advertising Facebook.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Remarketing con Google Analytics per la pubblicità display (Google)

Google Analytics per la pubblicità display è un servizio di Remarketing e Behavioral Targeting fornito da Google Inc. che collega l'attività di tracciamento effettuata da Google Analytics e dai suoi Cookie con il network di advertising Adwords ed il Cookie Doubleclick.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy – Opt Out

  • Statistica

I servizi contenuti nella presente sezione permettono al Titolare del Trattamento di monitorare e analizzare i dati di traffico e servono a tener traccia del comportamento dell’Utente.

Google Analytics (Google)

Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”). Google utilizza i Dati Personali raccolti allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo di questa Applicazione, compilare report e condividerli con gli altri servizi sviluppati da Google.
Google potrebbe utilizzare i Dati Personali per contestualizzare e personalizzare gli annunci del proprio network pubblicitario.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy – Opt Out

Monitoraggio conversioni di Facebook Ads (Facebook)

Il monitoraggio conversioni di Facebook Ads è un servizio di statistiche fornito da Facebook, Inc. che collega i dati provenienti dal network di annunci Facebook con le azioni compiute all'interno di questa Applicazione.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Monitoraggio conversioni di Google AdWords (Google)

Il monitoraggio conversioni di Google AdWords è un servizio di statistiche fornito da Google, Inc. che collega i dati provenienti dal network di annunci Google AdWords con le azioni compiute all'interno di questa Applicazione.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Statistiche raccolte in modo diretto (Questa Applicazione)

Questa Applicazione utilizza un sistema di statistiche interno, che non coinvolge terze parti.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Informazioni sui Cookie

  • Cookie per Pubblicità

Questi Cookie sono necessari ai servizi di Pubblicità, descritti nella rispettiva sezione, per funzionare.

exchange_uid, _drt_, FLC, id, __gads

Google AdSense Cookie.

  • Cookie per Statistica

Questi Cookie sono necessari ai servizi di Statistica, descritti nella rispettiva sezione, per funzionare.

_ut*, _ga*

Google Analytics Cookie.

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questa Applicazione non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.

Ulteriori informazioni sul trattamento

Difesa in giudizio

I Dati Personali dell’Utente possono essere utilizzati per la difesa da parte del Titolare in giudizio o nelle fasi propedeutiche alla sua eventuale instaurazione, da abusi nell'utilizzo della stessa o dei servizi connessi da parte dell’Utente.
L’Utente dichiara di essere consapevole che il Titolare potrebbe essere richiesto di rivelare i Dati su richiesta delle pubbliche autorità.

Informative specifiche

Su richiesta dell’Utente, in aggiunta alle informazioni contenute in questa privacy policy, questa Applicazione potrebbe fornire all'Utente delle informative aggiuntive e contestuali riguardanti servizi specifici, o la raccolta ed il trattamento di Dati Personali.

Log di sistema e manutenzione

Per necessità legate al funzionamento ed alla manutenzione, questa Applicazione e gli eventuali servizi terzi da essa utilizzati potrebbero raccogliere Log di sistema, ossia file che registrano le interazioni e che possono contenere anche Dati Personali, quali l’indirizzo IP Utente.

Informazioni non contenute in questa policy

Maggiori informazioni in relazione al trattamento dei Dati Personali potranno essere richieste in qualsiasi momento al Titolare del Trattamento utilizzando le informazioni di contatto.

Esercizio dei diritti da parte degli Utenti

I soggetti cui si riferiscono i Dati Personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno degli stessi presso il Titolare del Trattamento, di conoscerne il contenuto e l'origine, di verificarne l'esattezza o chiederne l’integrazione, la cancellazione, l'aggiornamento, la rettifica, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei Dati Personali trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte al Titolare del Trattamento.

Questa Applicazione non supporta le richieste “Do Not Track”. Per conoscere se gli eventuali servizi di terze parti utilizzati le supportano, consulta le loro privacy policy.

Modifiche a questa privacy policy

Il Titolare del Trattamento si riserva il diritto di apportare modifiche alla presente privacy policy in qualunque momento dandone pubblicità agli Utenti su questa pagina. Si prega dunque di consultare spesso questa pagina, prendendo come riferimento la data di ultima modifica indicata in fondo. Nel caso di mancata accettazione delle modifiche apportate alla presente privacy policy, l’Utente è tenuto a cessare l’utilizzo di questa Applicazione e può richiedere al Titolare del Trattamento di rimuovere i propri Dati Personali. Salvo quanto diversamente specificato, la precedente privacy policy continuerà ad applicarsi ai Dati Personali sino a quel momento raccolti.

Informazioni su questa privacy policy

Il Titolare del Trattamento dei Dati è responsabile per questa privacy policy, redatta partendo da moduli predisposti da Iubenda e conservati sui suoi server.

Definizioni e riferimenti legali

Dati Personali (o Dati)

Costituisce dato personale qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale.

Dati di Utilizzo

Sono i dati personali raccolti in maniera automatica dall’Applicazione (o dalle applicazioni di parti terze che la stessa utilizza), tra i quali: gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dall’Utente che si connette all’Applicazione, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier), l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta dal server (buon fine, errore, ecc.) il Paese di provenienza, le caratteristiche del browser e del sistema operativo utilizzati dal visitatore, le varie connotazioni temporali della visita (ad esempio il tempo di permanenza su ciascuna pagina) e i dettagli relativi all’itinerario seguito all’interno dell’Applicazione, con particolare riferimento alla sequenza delle pagine consultate, ai parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’Utente.

Utente

L'individuo che utilizza questa Applicazione, che deve coincidere con l'Interessato o essere da questo autorizzato ed i cui Dati Personali sono oggetto del trattamento.

Interessato

La persona fisica o giuridica cui si riferiscono i Dati Personali.

Responsabile del Trattamento (o Responsabile)

La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal Titolare al trattamento dei Dati Personali, secondo quanto predisposto dalla presente privacy policy.

Titolare del Trattamento (o Titolare)

La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono, anche unitamente ad altro titolare, le decisioni in ordine alle finalità, alle modalità del trattamento di dati personali ed agli strumenti utilizzati, ivi compreso il profilo della sicurezza, in relazione al funzionamento e alla fruizione di questa Applicazione. Il Titolare del Trattamento, salvo quanto diversamente specificato, è il proprietario di questa Applicazione.

Questa Applicazione

Lo strumento hardware o software mediante il quale sono raccolti i Dati Personali degli Utenti.

Cookie

Piccola porzione di dati conservata all'interno del dispositivo dell'Utente.


Riferimenti legali

Avviso agli Utenti europei: la presente informativa privacy è redatta in adempimento degli obblighi previsti dall’Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonché a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questa informativa privacy riguarda esclusivamente questa Applicazione.