12:06:24 Festa nelle piazze di tutta Italia per l'inizio del nuovo anno. Nonostante i divieti, non sono mancati incidenti legati all'uso dei botti. Per la provincia di Caserta, rispetto agli anni passati il bilancio della mattanza di San Silvestro può considerarsi complessivamente positivo. Allo stato sono due i feriti registrati, entrambi a Capua. Uno ha riportato una ferita lacero contusa ad un polpaccio, mentre il secondo una ferita ad una gamba compatibile secondo i carabinieri con un colpo di arma da fuoco. Il ferimento, ancora avvolto dal giallo, si è registrato allo scoccare della mezzanotte nei pressi del Rione Risorgimento. Per fortuna il malcapitato non è in pericolo di vita grazie anche all’ottimo lavoro dei sanitari del Melorio.

Nonostante il numero delle vittime sia basso e con conseguenze non preoccupanti, forze dell’ordine e vigili del fuoco hanno vissuto un Capodanno movimentato. Diversi gli incendi di rifiuti che si sono registrati soprattutto nei rioni popolari a Caserta, a causa dei petardi esplosi, complice anche la mancata raccolta dell’immondizia. A Casertavecchia, invece, un cancello di un condominio è stato lesionato a causa del lancio di alcuni petardi. La situazione è andata molto peggio nel resto della Campania. A Napoli e provincia i feriti, secondo un primo bilancio della questura, sono stati 37, uno in meno dell'anno passato. Cinque di loro - c'è anche un dodicenne - sono ricoverati in ospedale con prognosi di 30 giorni per traumi da esplosione. In condizioni molto gravi donna nel Beneventano - Una donna di 36 anni è ricoverata in condizioni molto gravi all'ospedale Rummo di Benevento dopo essere stata colpita dalla scheggia di un grosso ordigno esploso all'esterno della struttura dove si stava festeggiando l'arrivo del nuovo anno. E' accaduto a Sant'Agata dei Goti. Complessivamente, sono quattro i feriti nel Sannio. Gli altri tre sono lievi. Si tratta di una persona di Benevento e di altre due residenti in altre province. Hanno dovuto fare ricorso ai sanitari del "Rummo" per lievi ustioni provocate dalla esplosione dei botti. Tra Napoli e provincia 17 feriti, uno in meno del 2018 - I feriti tra Napoli e provincia per i botti, uno in meno rispetto all'anno scorso. E' il bilancio reso noto dalla Questura. Ventitre le persone ferite in città, 14 in provincia. Coinvolti a Napoli anche tre minori, di 11 anni e mezzo, 12 e 17 anni. Il dodicenne, in particolare, è stato ricoverato all'ospedale Vecchio Pellegrini per un trauma da scoppio di petardo alla mano destra, con una prognosi di 30 giorni. Un cittadino polacco di 21 anni è stato ferito a Ischia alla mano destra dallo scoppio di un petardo, trauma all'occhio sinistro per un cittadino di Moncalieri. In totale, cinque dei feriti sono ricoverati con 30 giorni di prognosi. Un 17enne ha riportato una ferita lacero-contusa alla gamba destra in seguito all'esplosione di botti di fine anno ed è stato medicato all'Ospedale del Mare di Napoli. Lo si apprende dalla Polizia. Sempre nel nosocomio napoletano è stato medicato e dimesso con una prognosi di otto giorni un uomo di 57 anni per aver riportato una ustione di secondo grado alla regione lombare. All'ospedale di Villa Betania un 69enne è stato medicato e dimesso con prognosi di dieci giorni per una ferita riportata nello scoppio di un botto di fine anno. All'ospedale 'Maresca' di Torre del Greco (Napoli) un 34enne ha riportato una escoriazione alla mano sinistra ed è stato dimesso con prognosi di sette giorni. Nel Salernitano 8 feriti per i botti - È di otto persone il bilancio dei feriti - reso noto dalla Questura - in provincia di Salerno a causa dell'utilizzo di botti durante la notte di Capodanno. Non si sono registrati incidenti nella città capoluogo, mentre il numero maggiore di feriti si è verificato a Cava de' Tirreni dove quattro persone hanno dovuto ricorrere alle cure ospedaliere. Un 35enne ha perso una mano e riportato gravi danni all'occhio destro. L'uomo, dopo esser stato soccorso al Santa Maria Incoronata dell'Olmo è stato trasferito al Pellegrini di Napoli. È ricoverato in prognosi riservata, invece, un 24enne che ha subito una frattura ossea all'orbita sinistra e una contusione polmonare. Altre due persone hanno riportato lievi bruciature ed escoriazioni con una prognosi giudicata guaribile tra i 10 e 15 giorni. A Battipaglia, invece, ad avere la peggio sono stati due giovanissimi di 19 e 17 anni, entrambi stranieri. Il primo - che avrebbe raccolto un petardo inesploso -, di nazionalità romena, è stato trasportato all'ospedale Santa Maria della Speranza per le lesioni riportate al volto e a una mano che hanno reso necessario l'amputazione di un dito della mano destra. Il minore, invece, ha riportato lievi ferite a un braccio. Altre due persone, infine, sono state medicate presso l'ospedale di Mercato San Severino per bruciature e lievi escoriazioni causate dallo scoppio di petardi. 

 

 

 

 

Marzo 2019
DLMMGVS
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31

Articoli più letti

CASERTA - Educazione alla legalità, il …

21-03-2019 Hits:57 Notizie La Redazione

Venerdì 22 marzo p.v.. alle ore 10.30, presso l’Aula Magna del Liceo Pietro Giannone di Caserta, il Direttore della Direzione Investigativa Antimafia, Generale di Divisione Giuseppe Governale, terrà una conferenza...

Read more

MONDRAGONE - L'assessore Gravano lascia …

20-03-2019 Hits:240 Politica La Redazione

18:59:19 MONDRAGONE. Illustrissimo Signor Sindaco, dopo l'adesione al Gruppo dei Moderati dell'Assessore Francesca Gravano, il Gruppo Consiliare ha condiviso con la stessa, alla luce del venir meno del presupposto che...

Read more

ASPETTANDO LA FESTA DELLA MUSICA – Gio…

20-03-2019 Hits:157 caserta & dintorni La Redazione

17:06:53 CASERTA. La primavera alla Reggia inizia con due manifestazioni in programma giovedì e venerdì prossimi.

Read more